Opzioni Binarie Consob

>Opzioni Binarie Consob
Opzioni Binarie Consob <span class="sdata2" title="2016-05-15T19:11:46+00:00"></span>

opzioni_binarie_consobAbbiamo giá spesso detto che scegliere un broker con licenza é una cosa fondamentale per ciascun trader che si sta affacciando al mondo delle opzioni ma anche a quelli piú esperti. Affidarsi a  broker autorizzati CONSOB é sinonimo di affidabilitá e permette a chi investe di dedicarsi soltanto al trading senza dover preoccuparsi anche di cose che riguradano il broker, investendo con il timore di non aver restituito il proprio capitale o altre cose. In questa pagina parliamo nel dettaglio dei broker di opzioni binarie CONSOB, ossia quei broker di opzioni binarie che sono regolamentati dalla CONSOB. Di seguito abbiamo inserito una tabella molto semplice dove vengono elencati tutti i broker con hanno ottenenuto la regolamentazione CONSOB insieme ad altre. Subito dopo troverai tutte le informazioni sul ente in questione e perchè è importante investire solo e soltanto con i broker di opzioni binarie autorizzati CONSOB. Oltre la Consob, ricordiamo che sul nostro sito sono presenti soltanto broker con licenza Cysec.

Per maggiori info leggi qui : Opzioni Binarie Cysec

Qui trovi una tabella riassuntiva con i migliori broker di opzioni binarie Consob con numero di autorizzazione e depostito minimo richiesto:

Broker Licenza N. Iscrizione Deposito min. Apri un conto

3823

BDSwiss Holding

100€ Apri un conto

 

Recensione

300x168_it

3588

Lionsman Capital Ltd.

200€ Apri un conto

 

Recensione

3853
Rodeler Ltd.
250€ Apri un conto

 

Recensione

3725

Ouroboros Trading Ltd.

200€ Apri un conto

 

Recensione

3946

Novox Capital Ltd.

200€ Apri un conto

 

Recensione

Che cos´è la CONSOB

Sulle nostre pagine spieghiamo e ribadiamo più volte l’importanza di operare con le opzioni binarie soltanto con piattaforme di trading online (broker) in possesso di regolare licenza CySec. Ma visto che molti di voi sono in Italia, per avere un’ulteriore garanzia sui propri investimenti, sulla trasparenza e sui controlli effettuati sul broker, scegliere una piattaforma iscritta all’elenco della Consob (Commissione nazionale per le società e la Borsa) rappresenta un grosso passo in avanti. La Consob, infatti, regola tra l’altro le imprese di investimento finanziario sul territorio italiano, che comprendono senz’altro anche l’operato delle società che commerciano le opzioni binarie, da considerarsi strumenti finanziari in tutto e per tutto. Come tutti gli organi di questo tipo (e come indica anche la direttiva europea sui mercati degli strumenti finanziari MiFID, 2004/39/CE), la Consob ha tra i suoi obiettivi quello di aumentare la concorrenza sui mercati e di tutelare gli investitori.

Una delle prime comunicazioni emanate dalla Consob attraverso il suo presidente Giuseppe Vegas in materia di opzioni binarie è datata 2 luglio 2013. Essa riporta uno stralcio di quanto dichiarato dai Servizi della Commissione Europea, che dichiarano quanto segue riguardo le opzioni binarie: “quali contratti derivati regolati in contanti, appaiono riconducibili alla definizione di strumenti finanziari. Di conseguenza, le società che offrono servizi e attività di investimento in opzioni binarie dovrebbero essere autorizzate come imprese di investimento [ovvero banche] ai sensi della MiFID”. Ciò ribadisce agli investitori italiani che le opzioni binarie rientrano a tutti gli effetti nella categoria degli strumenti finanziari e ai broker che vogliono commerciarle col pubblico italiano di dotarsi di un’apposita autorizzazione.

Un pó di storia sulla CONSOB

La Consob è un’autorità amministrativa indipendente, fondata sulla scorta di una legge dell’ormai lontano 1974. E’ anche una persona giuridica, la quale si occupa principalmente di tutelare gli investitori, assicurandosi anche che il mercato finanziario italiano sia efficiente e trasparente. Prima del suo avvento era il Ministero del Tesoro a espletare le sue funzioni, un organo di certo non indipendente in quanto legato profondamente al Governo Italiano. Si decise allora di istituire la Consob per vigilare sulle società quotate in borsa, sul mercato e sui fondi mobiliari. Successivamente, nel 1983, il suo controllo si estese al risparmio pubblico e negli anni i suoi poteri e la sua autonomia crebbero sensibilmente. Oggi la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa si occupa anche di SIM (società di intermediazione mobiliare) e combatte il fenomeno dell’insider trading (compravendita di titoli effettuata da chi ha accesso ad informazioni riservate, che lo privilegiano e danno luogo naturalmente ad una asimmetria informativa).

Funzioni e struttura della Consob

Tra le numerose funzioni della Consob troviamo le seguenti: regolamentare i servizi di investimento, le società quotate e l’offerta di prodotti finanziari; autorizzare la pubblicazione di offerte e di vendite pubbliche; controllare le società che gestiscono i mercati, le negoziazioni e l’operato degli intermediari/promotori finanziari; sanzionare chi non rispetta le regole; verificare la natura e la provenienza delle informazioni che arrivano ogni giorno al mercato e che possono influenzarlo in qualche modo; contrastare la manipolazione del mercato, accertandosi della natura di transazioni che eventualmente possono apparire ambigue.

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa ha una sede principale che si trova a Roma e una sede operativa secondaria in quel di Milano. Ci lavorano poco più di seicento persone, tra impiegati e funzionari. Il suo organigramma ha a capo un presidente e due membri (in precedenza erano quattro, ridotti in seguito dal decreto legistlativo “Salva Italia” del 2011) con chiara competenza, esperienza, moralità e indipendenza. La loro nomina è proposta dal presidente del Consiglio dei Ministri ed avviene concretamente dietro decreto del presidente della Repubblica. Originariamente il loro mandato era della durata di cinque anni e replicabile una sola volta: dal 2008, invece, la loro carica dura sette anni, senza però possibilità di essere riconfermata.

Dal 2010 il ruolo di presidente della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa è ricoperto dall’economista milanese Giuseppe Vegas, mentre gli altri due membri sono al momento Paolo Troiano e Anna Genovese. Esiste anche un direttore generale, il cui incarico è attualmente affidato ad Angelo Apponi.

Perchè investire con Broker regolamentati CONSOB?

Operare con le opzioni binarie su una piattaforma di trading online regolamentata dalla Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, oltre che dalla CySec, offre sicuramente maggiori sicurezze, tutele e garanzie per gli investitori italiani. Un broker iscritto alla Consob è per esempio Banc De Binary, che possiede il numero di registrazione 3614. Banc De Binary è anche una piattaforma approvata da tanti altri enti regolatori di vari paesi, i più importanti dei quali sono Francia, Spagna, Regno Unito, Germania, Belgio, Olanda e Portogallo. Anche il broker TopOption possiede la ratifica della Consob per il mercato italiano, così come OptionWeb (iscrizione all’elenco numero 3588), AnyOption, 24Option  e BDSwiss.

Puoi leggere i nostri approfondimenti su questi broker qui:

Sempre più trader decidono di investire in opzioni binarie e la scelta della piattaforma è un momento molto importante. Con le nostre recensioni dei singoli broker ci proponiamo di darti una mano concreta proprio in questa fase, testando per te unicamente siti trasparenti e regolamentati. Il fatto che le opzioni binarie, un tempo commerciate soltanto da trader esperti del settore, siano diventati un prodotto così popolare e alla portata di tutti, neofiti inclusi, avvalora maggiormente i broker che sono in possesso di licenze come quelle Cysec e Consob. Utilizza quindi solo questi e non lasciarti attrarre da chi ti propone guadagni facili e veloci: per fare trading online vincente con le opzioni binarie occorre farlo in modo ragionato e in ogni caso acquisire un minimo di conoscenze, studio dei mercati e fare un po’ di pratica.